articolo 01

8

testo di prova per l’articolo DIRE propone 01

Le Ricerche di Valeria Solesin su donne, famiglia e lavoro

Siamo lieti di invitarvi all’incontro dedicato alle ricerche di Valeria Solesin

Giovedì 9 giugno alle ore 18.30

Le donne, la famiglia e il lavoro
Una questione sociale, culturale e cognitiva

Consolato Generale d’Italia
17, rue du Conseiller Collignon – 75116 Parigi

Interventi di:

Lidia Panico – Chargée de recherche, Insitut National d’Etudes Démographiques
Tiziana Zalla – Directrice de recherche CNRS, Institut Jean Nicod, Ecole Normale Supérieure
Rossella Salvia – Coordinator Human Resources Partnership and Equal Opportunities UNESCO

Modera Anaïs Ginori, corrispondente da Parigi de La Repubblica

Le ricerche di Valeria Solesin presso l’INED sono centrate sulle politiche sociali, in particolare rispetto alla famiglia, applicate in Italia e in Francia. Questi due paesi molto vicini geograficamente sono diversi nel sostenere e attuare politiche che aiutino le donne a conciliare lavoro e famiglia specie in presenza di bambini piccoli.
D’altra parte, le ricerche in psicologia sociale e scienze cognitive forniscono una chiave di lettura del divario di genere basata sull’esistenza di stereotipi che possono costituire un ostacolo psicologico e sociale per lo sviluppo di talenti femminili anche nei paesi occidentali considerati “avanzati” su questo tema.  

Entrata libera in base ai posti disponibili.
Per prenotazioni scrivere a postadire@gmail.com
All’ingresso sarà richiesto un documento d’identità.

Invito 9 maggio 2016 - Consolato

AperiDire con GioielloContemporaneo.it

Mercoledì 18 maggio alle ore 19.00 

AperiDire
Gioiello contemporaneo: estetica o ribellione? 
Indisciplinato, anticonformista, affascinante, innovativo, a volte perfino fastidioso.
Gli aggettivi per definirlo non si fermano qui, ma cosa si intende per “gioiello contemporaneo”?

Valeria Accornero

Valeria Accornero é giornalista professionista da vent’anni, si é a lungo occupata di moda e costume e sei anni fa, per passione, ha creato GioielloContemporaneo.it un blog per raccontare e far conoscere questo mondo creativo nel quale gli artisti italiani si fanno notare. Questa esperienza le ha permesso di diventare curatrice di mostre a Palazzo Fortuny a Venezia e per il Festival di Arte Contemporanea Lille300 a Lille e di promuovere eventi che hanno sempre al centro il gioiello di ricerca.

Per l’occasione saremo gentilmente ospitate dalla nostra socia Francesca Guez.

Per iscrivervi, scriveteci a postadire@gmail.com

Visita guidata CERAMIX – La Maison Rouge

Giovedi 12 maggio alle ore 18.30

Visita guidata con una delle curatrici Lucia Pesapane all’esposizione 

CERAMIX
de Rodin à Schütte 

La Maison Rouge
10, boulevard de la Bastille 75012 Paris

La Maison Rouge presenta l’esposizione CERAMIX e mette all’onore un materiale spesso relegato alla sola funzione di accessorio, come un soprammobile o un piatto. 
CERAMIX si concentra sull’arte moderna e contemporanea partendo da Gauguin e Rodin, passando da Picasso, Mirò fino a Fontana e alla Funk Art… e ai
numerosi tuttora in attività.
La visita all’esposizione sarà in italiano guidata da una delle curatrici, Lucia Pesapane

La quota di partecipazione è di 12 euro per le socie regolarmente iscritte e 16 euro per le non socie.
Per iscrivervi, cliccare qui

La selezione di maggio

SIMONETTA AGNELLO-HORNBY, Caffè Amaro, Feltrinelli, 18 euro

Dopo cinque anni di assenza, Simonetta Agnello-Hornby ritorna in libreria con una nuova, strepitosa figura femminile, un’altra donna siciliana profonda come le indimenticabili protagoniste dei suoi romanzi precedenti.
Il racconto della vita di Maria dura per ben quarantadue anni e si intreccia al racconto della storia politica e della trasformazione sociale della Sicilia. Le vicende personali della donna, da sempre divisa tra passione e dovere sia per carattere sia per educazione, si confondono con quelle dell’anziano marito, devoto ma fedifrago, e dell’amico d’infanzia e amante di una vita.
A fare da sfondo, uno stuolo di amici, parenti, personale di servizio, vecchie e belle dimore, esilaranti storie familiari e liti per l’eredità, con l’occhio sempre un po’ nostalgico verso la tradizione e i suoi necessari compromessi.

FRANCESCO DE GREGORI con Antonio GnoliA passo d’uomo, Laterza, 16 euro

Francesco De Gegori ha sempre preferito definirsi un cantante piuttosto che un cantatutore. In questo modo egli rivendica il lato artistico del suo mestiere e sottolinea la sua personale ritrosia verso ideologie e intellettualismi scontati. Intervistato però dall’amico-intellettuale Gnoli, l’artista rivela la ricchezza della sua cultura e l’ampiezza di letture, sempre diverse, che stanno alla base delle sue canzoni più famose.
Dal successo di “Rimmel”, imprevisto nella sua dimensione, a soli ventiquattro anni, alla riproposta di Bob Dylan dell’inverno scorso, la musica di De Gregori ha fatto da colonna sonora alla storia privata di molti di noi, e dell’Italia intera, sempre presente in questo libro.
De Gregori però, alle soglie della maturità, non vuole per nessuna ragione diventare un’icona: “Vorrei che non passasse mai in secondo piano la fisicità del mio lavoro. Mi trovo davanti persone che spesso dimenticano che faccio il cantante e suono la chitarra. Che ho le “mani sporche”. Guarda che calli!”.

CATERINA VENTURINI, L’anno breve, Rizzoli, 19 euro

L’argomento di questo bel romanzo di Caterina Venturini è durissimo e di primo acchito potrebbe allontanare un lettore in cerca di solo svago. La sua lettura, però, è molto arricchente e porta a desiderare che il dibattito non si esaurisca qui.
Ida, la protagonista, è un’insegnante liceale distaccata presso un reparto ospedaliero. I suoi allievi sono adolescenti con malattie e problemi serissimi. L’impegno della brava professoressa si deve misurare con le oggettive difficoltà di ragazzi che soffrono molto, nel fisico più ancora che nello spirito.
Ha senso insegnare Dante in una corsia d’ospedale? E parlare del dolore di Jacopo Ortis a un ragazzo in attesa di trapianto? Se la scuola deve allenare al futuro e preparare i giovani ad affrontare la vita con solidi strumenti culturali, che cosa significa insegnare a chi rischia di non avere futuro?

 

 

 

Visita guidata alla mostra CERAMIX

Giovedì 12 maggio alle ore 18.30 
Visita guidata con la curatrice Lucia Pesapane all’esposizione

CERAMIX
de Rodin à Schütte 

ceramix_maison_rouge_Harrison_Jessica_-_Painted_Lady_4_2014_Collection_Arnaud_Oliveux_courtesy_gallery_LJ_Paris_2_dC_tail_feature
La Maison Rouge 
10, Boulevard de la Bastille 75012 Paris

La Maison Rouge presenta l’esposizione CERAMIX e mette all’onore un materiale spesso relegato alla sola funzione di accessorio, come un soprammobile o un piatto.
CERAMIX si concentra sull’arte moderna e contemporanea partendo da Gauguin e Rodin, passando da Picasso, Mirò fino a Fontana e alla Funk Art… e ai numerosi tuttora in attività.

La visita all’esposizione sarà in italiano guidata da una delle curatrici, Lucia Pesapane.

La quota di partecipazione è di 12 euro per le socie regolarmente iscritte e 16 euro per le non socie.

Per iscrivervi, cliccare qui 

News dalla Libreria – maggio

caffe amaroSIMONETTA AGNELLO-HORNBY, Caffè Amaro, Feltrinelli, 18 euro
Dopo cinque anni di assenza, Simonetta Agnello-Hornby ritorna in libreria con una nuova, strepitosa figura femminile, un’altra donna siciliana profonda come le indimenticabili protagoniste dei suoi romanzi precedenti.
Il racconto della vita di Maria dura per ben quarantadue anni e si intreccia al racconto della storia politica e della trasformazione sociale della Sicilia. Le vicende personali della donna, da sempre divisa tra passione e dovere sia per carattere sia per educazione, si confondono con quelle dell’anziano marito, devoto ma fedifrago, e dell’amico d’infanzia e amante di una vita. A fare da sfondo, uno stuolo di amici, parenti, personale di servizio, vecchie e belle dimore, esilaranti storie familiari e liti per l’eredità, con l’occhio sempre un po’ nostalgico verso la tradizione e i suoi necessari compromessi.

 

de gregori

FRANCESCO DE GREGORI con Antonio GnoliA passo d’uomo, Laterza, 16 euro
Francesco De Gegori ha sempre preferito definirsi un cantante piuttosto che un cantatutore. In questo modo egli rivendica il lato artistico del suo mestiere e sottolinea la sua personale ritrosia verso ideologie e intellettualismi scontati. Intervistato però dall’amico-intellettuale Gnoli, l’artista rivela la ricchezza della sua cultura e l’ampiezza di letture, sempre diverse, che stanno alla base delle sue canzoni più famose.
Dal successo di “Rimmel”, imprevisto nella sua dimensione, a soli ventiquattro anni, alla riproposta di Bob Dylan dell’inverno scorso, la musica di De Gregori ha fatto da colonna sonora alla storia privata di molti di noi, e dell’Italia intera, sempre presente in questo libro.
De Gregori però, alle soglie della maturità, non vuole per nessuna ragione diventare un’icona: “Vorrei che non passasse mai in secondo piano la fisicità del mio lavoro. Mi trovo davanti persone che spesso dimenticano che faccio il cantante e suono la chitarra. Che ho le “mani sporche”. Guarda che calli!”.

 

venturiniCATERINA VENTURINIL’anno breve, Rizzoli, 19 euro
L’argomento di questo bel romanzo di Caterina Venturini è durissimo e di primo acchito potrebbe allontanare un lettore in cerca di solo svago. La sua lettura, però, è molto arricchente e porta a desiderare che il dibattito non si esaurisca qui.
Ida, la protagonista, è un’insegnante liceale distaccata presso un reparto ospedaliero. I suoi allievi sono adolescenti con malattie e problemi serissimi. L’impegno della brava professoressa si deve misurare con le oggettive difficoltà di ragazzi che soffrono molto, nel fisico più ancora che nello spirito.
Ha senso insegnare Dante in una corsia d’ospedale? E parlare del dolore di Jacopo Ortis a un ragazzo in attesa di trapianto? Se la scuola deve allenare al futuro e preparare i giovani ad affrontare la vita con solidi strumenti culturali, che cosa significa insegnare a chi rischia di non avere futuro?

DIRE propone