Martedì 23 gennaio, ore 18.30

Rapporto OCSE 2017 sulle politiche Gender: una strada in salita

Le testimonianze e il percorso di VALORE D

Consolato Generale d’Italia a Parigi
17, rue du Conseiller Collignon – 75116 Parigi

per prenotazioni, scriveteci a postadire@gmail.com

Stefano Scarpetta, Direttore per l’occupazione, il lavoro, e gli affari sociali OCSE.
Dopo la laurea all’Università La Sapienza di Roma e un Master of Science in Economics presso la London School of Economics e un Dottorato in Scienze Economiche del Département et Laboratoire d’Economie Théorique Appliquée (DELTA) dell’Ecole des Hautes Etudes in Science Sociales di Parigi, nel 1991 inizia la sua esperienza all’OCSE, dove ha partecipato a importanti progetti di ricerca. Nel 2002 passa alla Banca Mondiale, dove lavora come lead economist e consigliere per le politiche del lavoro, coordinando il programma su Occupazione e Sviluppo e dirigendo programmi di ricerca sulle politiche per migliorare il clima degli investimenti e la concorrenza sui mercati di beni e servizi; è tra i principali autori del World Development Report 2004 “A Better Investment Climate – for Everybody”. Nel 2006 torna all’OCSE, ricoprendo diversi incarichi: capo della divisione responsabile di Cina, India, Giappone, Corea, Messico, Portogallo, Danimarca e Svezia; capo della divisione per il lavoro e l’occupazione e capo redattore della pubblicazione annuale “Prospettive dell’Occupazione dell’OCSE”. Attualmente èDirettore per l’occupazione, il lavoro, e gli affari sociali.
Ha pubblicato molti articoli per riviste scientifiche e curato diversi libri su occupazione, mercato del lavoro, relazioni industriali, crescita economica.

Maurizia Iachino Leto di Priolo nel 2001 pianta le basi per guidare e sviluppare la corporate governance in Italia, partecipando allo start up di una piccola società di advising, ‘Governance consulting’. Nel 2001 pianta le basi per guidare e sviluppare la corporate governance in Italia, partecipando allo start up di una piccola società di advising, ‘Governance consulting’. Nel 2004, ha ideato e contribuito a fondare Nedcommunity, la prima associazione italiana di consiglieri indipendenti; fa parte del comitato scientifico della compagnia che oggi, con più di 200 associati, costituisce una voce importante per la diffusione dei principi del buon governo d’impresa. Nel 2010 viene chiamata nel consiglio di reggenza della Banca d’Italia a Milano. È consigliere in Valore D. la prima associazione italiana di imprese che promuove la diversità, il talento e la leadership delle donne. È stata Presidente di “Save the children”dal 2001 al 2008 e ora di Oxfam Italia, una delle più importanti ONG nel mondo, specializzata in aiuto umanitario e difesa dei diritti dei più deboli.
È consigliere dell’AIDAF, l’Associazione italiana delle imprese familiari e ha fondato “Fuori quota”: un gruppo di 45 donne, presenti in diversi CDA di società quotate.

Valore D è la prima associazione di imprese che promuove la diversità, il talento e la leadership femminile per la crescita delle aziende e del Paese. Nata nel 2009 dallo sforzo comune di 12 aziende virtuose – AstraZeneca, Enel, GE Oil&Gas, Johnson&Johnson, Ikea, Intesa Sanpaolo, Luxottica, McKinsey & Company, Microsoft, Standard&Poor’s, UniCredit e Vodafone – oggi conta più di 150 aziende associate. Maggiori informazioni su www.valored.it

Menu