La selezione di dicembre

MARCO BALZANO, Resto qui, Einaudi, 18 euro

Solo la torre del campanile, che ancora oggi si può ammirare, emergerà dalla valle allagata, simbolo eterno della violenza dell’uomo sull’ambiente. Siamo a Curon in Val Venosta (Sudtirolo), dove durante il fascismo e negli anni della seconda guerra mondiale la popolazione si sentiva più affine e vicina alla Germania che all’Italia.
Insegnare il tedesco, come faceva Trina, la protagonista, era reato. Paradossalmente il Reich veniva visto come garante di libertà e benessere. L’illusione tuttavia sarebbe svanita con lo scoppio della guerra.
Questa la situazione lacerante per molte famiglie del luogo, come quella di Trina e Erich, che dopo aver visto impotenti sparire la giovane figlia che segue gli zii attratta dal mito nazista, assistono all’arruolamento del figlio Michael nell’esercito del Führer. Fino alla costruzione della diga che sommergerà case, strade ma anche le illusioni e la ribellione di questi personaggi tenaci e coraggiosi che decideranno di restare.

Marco Balzano, autore già confermato con il suo « Il figlio del figlio » ripercorre la Storia con una voce intima e commuovente. Nominato per il Premio Strega, concorre attualmente a « Il libro dell’anno » della trasmissione Fahrenheit su Rai3.
In Italia edito da Einaudi-Supercoralli. Tradotto in francese da Nathalie Bauer, Edition Philippe Rey (Ottobre 2018)

Daniela Giacchetti

Menu